Ghezzano    5 marzo 2014
Attività Giovanile maschile
 






   _____________________________________________________________________

Intervista a Stefano Dari  

Tutte le squadre maschili alla seconda fase . Soddisfazione in società per i risultati inaspettati. Il responsabile tecnico Stefano Dari: “Merito della preparazione atletica

Under 17 2012-13


Risultati sorprendenti e inaspettati per il settore giovanile del Gmv Basket in questa prima parte di stagione 2013/14. La società ghezzanese ha conquistato la seconda fase con tutte le formazioni piazzandosi nelle zone alte dei vari gironi: primo posto con gli Under 17, seconda piazza per gli Under 19 e gli Under 15 che hanno iniziato con il “botto” anche la post-season vincendo le prime 3 partite. Il responsabile tecnico Stefano Dari ci parla del momento positivo dei “green”

- Vi aspettavate un'altra stagione da protagonisti dopo quella passata?

È stata una sorpresa anche per noi. La programmazione di quest’anno era finalizzata a ben altri obiettivi, non certamente alla ricerca del risultato. Evidentemente è emersa con il passare dei mesi la nostra qualità di base e, portandosi in dote l’impostazione tattica che avevamo dato ai gruppi nella passata stagione, le vittorie sono arrivate in numero maggiore rispetto a quanto previsto a inizio stagione.

- Squadre diverse, percorsi differenti ma un’unica matrice. Quali valutazioni può fare a posteriori?

L’Under 19 ha confermato di avere una qualità elevatissima e ben distribuita. Essere arrivati addirittura secondi nel girone nonostante le molte indisponibilità di questi mesi testimonia che la profondità del roster è stata determinante per uscire dai momenti di difficoltà. L’Under 17 ha vinto inaspettatamente un girone dove le avversarie avevano credenziali ben più alte delle nostre, soprattutto per l’età media notevolmente più bassa rispetto alla categoria. Si tratta di una squadra che ha sempre avuto conoscenze tattiche elevate e che quest’anno ha cambiato completamente tipologia di gioco alzando i ritmi e difendendo in maniera efficacissima anche a tutto campo. Gli Under 15 hanno pagato inizialmente lo scotto dell’approdo in Gmv e l’adattamento ad un basket completamente diverso da quello a cui erano abituati. In questo gruppo abbiamo elementi di forte identità e qualità che ne caratterizzano il sistema di gioco. La seconda fase è iniziata sotto buoni auspici con un 3 su 3 che ci ha proiettato provvisoriamente in testa alla classifica.

- Qual è stata la matrice dei progressi evidenziati in questa stagione?

Senza dubbio la preparazione atletica. I nostri gruppi lavorano ogni giorno dal punto di vista fisico, curiamo la prevenzione con grande capillarità e questo ci ha permesso di ridurre al minimo l’incidenza degli infortuni. Abbiamo aumentato le sedute di forza e in allenamento giochiamo sempre a tutto campo correndo moltissimo. È logico che quando stai bene fisicamente ogni cosa ti riesce più facile. La condizione fisica sempre ottimale ci ha consentito di ridurre il gap anche con avversari più forti di noi.

- Su quali aspetti lavorerete in questa seconda parte di stagione?

Ridurremo leggermente i carichi atletici mentre dovremo alzare il livello qualitativo della parte tecnica, in particolar modo del lavoro individuale. Sul piano del gioco dovremo utilizzare maggiormente le posizioni interne perché nel corso di questi mesi siamo diventati troppo perimetrali. Quando parlo di posizioni interne non mi riferisco solo ai “lunghi” ma anche agli esterni che nella pallacanestro moderna devono saper giocare in post-basso inserendo nel loro bagaglio una terza dimensione e non limitarsi a tirare dall’arco o penetrare.

- Quante possibilità ci sono di rivedervi a una final-four anche in questa stagione?

Si tratta di un’eventualità apparentemente remota. In questi gironi finali abbiamo a che fare con squadre molto competitive e poiché si qualifica solo la prima di ogni girone le nostre probabilità sono sensibilmente ridotte. Sarebbe già importante giocare ogni partita con grande determinazione rendendo la vita difficile agli avversari come abbiamo fatto finora.

- In generale che momento sta vivendo la Ghezzano del basket dopo le scelte della scorsa estate

Possiamo definirlo estremamente positivo. La società si è strutturata con un nuovo consiglio direttivo. I nuovi dirigenti hanno portato idee e soprattutto un entusiasmo contagioso nel lavoro di tutti i giorni. Con la giusta continuità possiamo fare grandi cose nel breve e medio periodo.
_____________________________________________________________________