Ghezzano 26 gennaio 2019

Under 18 Silver Maschile:

Il derby in cronaca, ovvero “C’è stata una partita”

 
  
Under 18 Silver Maschile 26/01/2019


    _____________________________________________________________________
Under 18 Silver Maschile (26/01/2019)

GMV Basket – Pisa Sport IES 73-72 (13-14, 28-27, 42-37, 50-50, 57-57, 68-68)

 

GMV Basket: Spagnoli A. 14, Rubino, Bellavia 10, Lucchi 8, Marras 8, Rossi, Raglianti, Spagnoli N. 12, Bernacchi 5, Cosci 14, Crovetto 2, Di Nasso. Allenatrice: Cinzia Piazza

Ies Sport Pisa: Vumbaca 15, De Paolis, Benedettini 4, Sciamanda, Giannelli 18, Bonacci A., Cantini 8, Tarantini, Bonacci I. 4, Bonasera 5, Franceschi 7, Regoli 11. Allenatore: Matteo Giaconi

 

Ghezzano, 26 gennaio 2019.Chi è accorso sabato sera al PalaSartori di Ghezzano in cerca di emozioni è stato ampiamente ripagato perché GMV e IES hanno dato vita ad un derby combattuto e deciso dopo ben 3 tempi supplementari a favore dei padroni di casa per un solo punto.

Le due squadre si presentano all’appuntamento a pari punti al secondo posto del girone e per una sfida che risulta decisiva per l’ammissione alla seconda fase del campionato regionale Under 18.

La partita si rivela fin dall’inizio molto fisica. I due quintetti si equivalgono e giocano punto a punto con un leggero vantaggio dei padroni di casa che arrivano a +5. Lo IES non demorde e rimonta raggiungendo gli avversari quando alla sirena finale mancano solo 3 minuti, che non bastano a decidere il vincitore (50-50).

Grande equilibrio nel primo supplementare, mentre nel secondo la GMV sembra trovare l’allungo decisivo sul 68-62, ma dopo il time out, i ragazzi di coach Giaconi ritrovano forza e tiro e impattano sul 68 pari.

Si va al terzo overtime con le due squadre ormai decimate dalla stanchezza e dalle uscite per falli. La GMV trova le energie mentali per un ultimo guizzo che la porta al canestro del sorpasso e della vittoria (73-72) a due minuti dalla fine.

Numerosissimo il pubblico presente che alla fine applaude entrambe le squadre protagoniste di un derby tanto combattuto quanto corretto e all’insegna del fair play.
La GMV, galvanizzata da questa impresa, farà visita sabato alla capolista Audax Carrara, ancora imbattuta, mentre lo IES è atteso domenica al palazzetto dall’insidiosa Libertas Lucca.



Per questo derby speciale pubblichiamo eccezionalmente un secondo resoconto, scaturito di getto dalla passione di uno dei nostri dirigenti/genitori presenti alla partita



Ghezzano, 26 gennaio 2019. Voi lo amate questo sport? Perché se lo amate ed eravate tra il centinaio di persone che gremivamo le tribune del Palasartori anche voi come me avrete sempre gli occhi e la mente saturi da uno spettacolo che credo ricorderete a lungo avendo visto giocare i vostri figli o i loro amici, oppure se anche solo eravate presenti perché un derby è pur sempre un derby ed a Pisa GMV – IES è da sempre il derby dei derby. Se eravate lì per tifare ed urlare o anche solo a guardare pur non sentendovi così coinvolti, sono certo concordiate che abbiamo assistito a qualcosa che va oltre il valore del risultato finale, oltre una semplice 4° partita del girone di ritorno della prima fase di uno dei tanti gironi di basket giovanile che ogni fine settimana si giocano sui parquet d’Italia. Abbiamo vissuto una Battaglia Sportiva, cinquantacinque minuti di palla in campo per un totale di due ore e ventuno minuti giocati, risultato punto a punto rimasto in bilico fino al fischio dell’ultima sirena, impossibile traferire a pieno sulla tastiera le emozioni e la cronaca di tre tempi supplementari infiniti…

I ragazzi tra loro si conoscono tutti, compagni di scuola degli stessi licei, degli stessi istituti, delle infinite sfide sui playground estivi, degli incontri nei passati campionati giovanili, sono soprattutto gli stessi ragazzi della partita d’andata dove poco più di due mesi fa al Palazzetto dello Sport di Pisa lo Ies Sport affossò gli allora verdi ospiti di ben 31 punti. Un altro paio di dati importanti: era da quando gli attuali U18 militavano nelle giovanili del minibasket che la GMV non riusciva a battere lo Ies, inoltre oggi tra i bianchi locali si conta una importante assenza per infortunio. Ma i derby sono partite speciali proprio per questo motivo: non seguono logiche o riferimenti precisi, non hanno regole e storie scritte, sono incontri imprevedibili che regalano sorprese ed emozioni inaspettate.

Le squadre iniziano molto contratte, come due pugili in fase di studio, si prendono le misure, si rispettano, non affondano…il primo canestro arriva dopo quasi tre minuti di gioco, da lì inizia, bellissima, questa sfida punto a punto. Il gioco è duro ma mai scorretto, si spendono falli da entrambi i lati. Falli e conseguenti tiri liberi che soprattutto nell’ultimo dei tre over time, periodi nei quali per regolamento dopo ogni fallo subìto si va in lunetta, determineranno nel punteggio la vittoria di nostri ragazzi della GMV Basket. Il caloroso pubblico ospite lamenta nei confronti dell’arbitraggio una non corretta valutazione di molte scelte…mi viene da dire un paio di cose: GMV Basket ha avuto tre espulsi per cinque falli ed altri due hanno finito con quattro, quindi l’arbitro come minimo ha fischiato parecchio su entrambi i fronti, può essere che alle volte abbia avuto valutazioni dubbie ma mai a senso unico ed è altrettanto vero che in partite “sentite e combattute” come queste sarebbe veramente necessario che la Federazione mandasse oltre al cronometrista (come ha fatto) una coppia di arbitri, non uno solo. Pur essendo un girone di “regionali” sono U18, sono grandi e grossi…se le danno, si rispettano, ma se le danno.

L’incontro scorre in pieno equilibrio, almeno per chi scrive c’è sempre l’impressione che lo Ies Pisa possa da un momento all’altro prendere in mano il pallino del gioco, piazzare un parziale decisivo e scappare via, ma a dispetto di ogni grigia previsione i ragazzi di Ghezzano sono attaccati alla partita, non mollano un centimetro, vero che sbagliano molto in fase di impostazione e regalano facili transizioni avversarie ma tengono alte le percentuali in fase di tiro; sbagliano molto anche in difesa almeno a sentire le urla di coach Piazza, ma sono attenti e sputano sudore su ogni possesso e non mollano. Dall’altro lato l’attacco dei ragazzi dello Ies non è incisivo come altre volte e la difesa GMV tiene botta. Addirittura alla fine del terzo quarto Ghezzano finisce avanti di 5 punti…si tratterebbe di reggere il ritorno ospite ma i ritmi continuano ad essere alti, lo Ies sistema l’attacco e recupera lo svantaggio. I tempi regolari finiscono 50-50. A questo punto inizia una partita nella partita, il primo over time si svolge in sostanziale equilibrio e si chiude ovviamente in parità (7 punti per ciascuna squadra) nel secondo supplementare ed a 1’20” dalla fine GMV Basket si trova aventi di ben 6 punti, massimo vantaggio in assoluto dell’incontro, ma dopo un time out i ragazzi dello Ies riescono a chiudere questo periodo in pareggio (11 punti ciascuno). L’ultimo over time viene giocato con una tensione assoluta, ogni possesso pare essere quello decisivo, ma sono i ragazzi di GMV Basket ad avere energie mentali e fisiche residue sufficienti a regalarsi la grande gioia finale di aver sconfitto i cugini rivali. Gioia condivisa tra le urla festose del pubblico locale e gli applausi di tutte le persone presenti sugli spalti. Applausi ai 24 protagonisti di questa intensa Battaglia Sportiva.

Nella GMV Basket sono tanti i nomi dei ragazzi che meriterebbero di essere ringraziati per l’impegno e la determinazione dimostrata, per aver difeso con il cuore e con il fisico o per aver fatto un canestro importante nelle varie fasi gioco…ma permettetemi di ringraziare soprattutto la loro allenatrice Cinzia Piazza. Da quando lo scorso settembre ha preso in mano le redini di questa U18 Cinzia aveva come primo obiettivo quello di portare i suoi 15 ragazzi a diventare una squadra unita, rispettando i valori che uno sport come il basket insegna…fin dalla preparazione estiva ed in ogni singolo allenamento in palestra Cinzia è riuscita finora a tenere alta la concentrazione dei suoi, a spronare ognuno a dare il meglio di sé stesso in ogni occasione, a farsi trovare pronto quando necessario. Proprio come nella partita contro lo Ies: i ragazzi hanno dato risposte positive ed hanno vinto come Squadra. Il percorso è ancora lungo e pieno di insidie ma tale e tanto è l’amore che il nostro coach ha verso il basket e che riesce a trasmettere ai suoi ragazzi. Sono certo il tempo le darà ancora più ragione. Oltre la vittoria o la sconfitta…lo sport come esempio nella vita.

Se amate questo sport e non eravate presenti spero di essere riuscito in queste righe a trasmettervi le emozioni vissute nella serata del Palasartori. Diversamente se non amate il basket probabile che sabato sera alle 22.30 siate andati al cinema…a ciascuno il proprio spettacolo.


_____________________________________________________________________