Grosseto 04 febbraio 2019

Promozione maschile:

La GMV cade a Grosseto

 
  
Promozione maschile 04/02/2019


    _____________________________________________________________________
Promozione maschile (04/02/2019)

PALL GROSSETO TEAM 90 – GMV BASKET 70-59 (12-16 ; 19-12 ; 17-15 ; 22-16)

Pall. Grosseto Team 90: Conti 15, Eritao 8, D’Alise 4, Villano 12, Ciacci 2, Casanova 3, Franzese 12, Romano 8, Baldini, Tinti 4, Ferretti 2, Brunelli, All. Conti

GMV Basket: Colle 20, Suin 5, Vongher 7, Capradossi n.e., Granieri 4, Traversa 1, Campaniolo n.e., Farnesi 13, Spagnesi n.e., Santoro 9, Cosci, All. Piazza

Arbitri: Giovannelli Riccardo di Rosignano (LI) e Lombardo Francesco di Livorno

 

Finisce nel peggiore dei modi il trittico infernale che, dopo le belle vittorie di Rosignano e Follonica, vede la GMV cadere a Grosseto nella quarto di ritorno del Campionato di Promozione Maschile.

Che la serata sarebbe stata un incubo si è visto da subito: orfani di Nesti non ancora ripresosi dall’infortunio e di Bagheri, Curci e Balestrieri, coach Piazza chiama il giovane Cosci (classe 2002) a dare una mano ai restanti Vongher, Suin e Colle sul perimetro; un piccolo guasto ad un’auto della carovana con conseguente intervento del carro attrezzi, trasbordo dei passeggeri sulle restanti auto al seguito e arrivo al campo di gioco appena 20’ prima dell’inizio della gara completano il viaggio di andata.

Ma tutto ciò non deve far trovare alibi, già dal primo quarto (anche se chiuso con leggero vantaggio) i bianco/rossi aggrediscono i ghezzanesi con una difesa asfissiante già dalla rimessa impedendogli di fatto di ragionare in attacco e di produrre il proprio gioco.

I restanti quarti sono uno la copia dell’altro con Grosseto reattivo e combattivo su ogni pallone e i bianco/verdi balbettanti in fase di attacco, molli in difesa e con percentuali ancora una volta insufficienti; la gara può essere riassunta nel dato più significativo: 18 palle perse contro le sole 5 recuperate.

La serata storta ci può stare; ancora una volta i ragazzi di Cinzia hanno sofferto più del dovuto la fisicità e l’aggressività degli avversari e, forse, anche l’arbitraggio che ha permesso alla squadra di casa più del consentito.

Comunque niente drammi, ricompattarsi subito, ritrovare il feeling con il canestro e recuperare gli asseti: queste le priorità che coach Piazza saprà senza dubbio risolvere nella settimana che precede il prossimo impegno casalingo contro ACLI Stagno.


_____________________________________________________________________