Ghezzano 27 ottobre 2019

Serie D Maschile:

Battuta casalinga per la GMV Basket

 
  
Serie D Maschile 27/10/2019


    _____________________________________________________________________
Serie D Maschile (27/10/2019)

GMV BASKET – SHOEMARKERS MONSUMMANO: 67-80 (25-24 ; 21-17 ; 8-17 ; 13-22)

 

GMV Basket: Utrilla, Suin 21, Vongher 7, Nesti 4, Cosci n.e., Curci, Granieri 15, Balestrieri 5, Azzolini n.e., Davini 11, Farnesi 4, Bini n.e., All. Piazza Cinzia

22/40 da 2 – 3/19 da 3 – 14/22 TL

Shoemarkers Monsummano: Navicelli 13, Barneschi, Ciervo 2, Luciano 1, Maccione, Tesi 13, Bellini 24, Soriano 10, Giusti 3, Martelli 5, Calderaro 9, All. Matteoni Davide

21/30 da 2 – 5/19 da 3 – 18/41 TL

Arbitri: Fabbri Guido di Impruneta (FI) e Paoletti Alessio di Firenze

 

Ancora ferma a 2 soli punti in classifica la GMV Basket che tra le mura amiche viene battuta dalla Shoemarkers di Monsummano.

Gli amaranto partono subito alla grande (2-12 al ‘4) con le penetrazioni di Navicelli (a fine gara chiuderà con uno score di tutto rispetto 4/4 da 2 – 1/1 da 3 – 2/ TL) e di Bellini una vera spina nel fianco per tutta la gara; ma i bianchi con Suin (6/8 da 2 – 2/2 da 3 e 3/8 TL) in serata di grazia riescono a recuperare lo svantaggio e a chiudere il quarto sul +1.

La seconda frazione di gioco è la fotopia della prima con Granieri e Davini a ribattere colpo su colpo i tentativi di allungo di Soriani e Tesi riuscendo anzi ad incrementare il vantaggio: +5 all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi la svolta, coach Matteoni schiera i suoi con una zona pari e per Farnesi e compagni le conclusioni in attacco diventano sempre più difficili lasciando ampi spazi ai contropiedi di Monsummano; il pesante parziale del quarto è lo specchio della differenza in campo.

Differenza che si dilata ulteriormente nell’ultima frazione con Monsummano padrona dei rimbalzi e cinica nelle ripartenze di fronte alle conclusioni dei ragazzi di coach Piazza che si infrangono sul tabellone.

Le percentuali a fine gara sanciscono il divario tecnico/fisico delle due squadre, da una parte quadratura in fase difensiva e precisione al tiro, dall’altra ancora troppi errori dall’arco e dalla lunga distanza ma soprattutto poca cattiveria agonistica nei momenti difficili, solo dalla lunetta arrivano notizie confortanti però vanificate da alcune decisioni arbitrali avverse (22 tiri liberi contro 41) e dalle scarse penetrazioni in fase di bonus.

C’è ancora molto da lavorare….  


_____________________________________________________________________